mercoledì 2 novembre 2011

Terry De Nicolò, filosofia di una escort demennte

In realtà, questo post non sarebbe proprio adatto per  figa a merenda, anche se sempre di escort si parla; io di solito simpatizzo eh per le zoccole mettiamolo bene in chiaro, ma questa è veramente un'affronto all'intelligenza, non solo femminile ma umana, oltre a mortificare davvero tutta la categoria delle donne, e buttare nel cesso la parte buona del femministo.


Cioè vorrebbe far lei la morali di come si ta al mondo, è questa la cosa allucinante.

Allora in linea di massima potrebbe anche dire cose che si potrebbero  condividere - se la donna si vuol vendere è libera di poterlo fare - ok sono d'accordo - ma che se non fai così sei solo uno sfigato - o meglio - se non lo fai non hai capito nulla - che se lo ficchi sul per il culo. cioè se non ti vendi sei una sfigata?

se non sei uno che si fa strada passando sui cadaveri degli altri sei un perdente o uno che non sa stare al mondo? cioè per stare bene bisogna essere disposti a vendere non solo se stessi, ma pure la propria madre...

questa c'ha il cervello che è fottuto, e quello resta. Basta vedere la conosciuta intervista per farsi un'idea :/