venerdì 4 febbraio 2011

FeetBook...il primo socialnetwork sui piedi !!

















L'idea secondo me è geniale, funziona esattamente come facebook, in quanto immediatezza e facilità d'uso e anche il nome lo rimanda feetbook è infatti un social network esclusivamente dedicato al genere feet, alle modelle di genere, e a tutti gli appassionati ... la privacy per i momento sembra rispettata. e quindi io direi proprio che per chi ama il genere sia la cosa migliore che si trova in rete...


Mi sembrava giusto sentire una dichiarazione dall'ideatore di questo social network...
ecco qui...


Sono passati quasi due anni da quando, seduto su un treno in partenza
da Milano, iniziai a pensare alle varie bacheche annunci sul feticismo
del piede che erano disponibili online per l'Italia: annunci ridicoli,
a tratti comici, sempre e solo di uomini che si proponevano come
tappeti umani aspettandosi ingenuamente di essere contattati da donne
non mercenarie per condividere momenti di intensa complicità e
passione... 

In effetti, mi chiedevo, perché mai una donna "normale"
dovrebbe andare su quei siti se non per farsi quattro risate o non
credere ai propri occhi? Il feticismo del piede (inteso come autentica
attrazione sessuale) è una cosa maschile, inutile illudersi e,
ponendosi in questo modo gli uomini non creavano alcuna attrattiva nel
mondo femminile.

Come avvicinare la popolazione femminile al mondo del feticismo del
piede? Di sicuro non prostrandosi, ma piuttosto incuriosendola,
facendo nascere nelle ragazze la consapevolezza che per moltissimi
uomini i piedi sono una parte molto importante, e quindi conviene non
cascare dalle nuvole o fare finta di niente... Un posto in cui le
ragazze possono mostrare i propri in totale anonimato, magari solo per
divertimento, per curiosità, vanità o anche esibizionismo - Per
"vedere cosa diavolo ci trovano questi uomini nei miei piedi" insomma,
per "sapere se i miei sono belli o no", o per "saperne di più perchè
non ne so abbastanza": questo secondo me ci voleva, e nessun sito di
mia conoscenza era in grado di offrire tale approccio.

Quando, dopo quattro ore, il treno arrivò a Viareggio avevo delineato
sulla carta lo schema del database di Feetbook, che ne riassumeva
l'intera idea. Quel database è rimasto sulla carta e da allora molte
cose sono cambiate, ma nonostante le mille difficoltà non ho mai
voluto chiudere l'idea nel cassetto dei rimpianti.
Adesso ho passato la palla al pubblico: resta da vedere se avevo ragione.


[URL=http://www.feetbook.it][IMG]http://www.feetbook.it/banners/feetbook_02.png[/IMG][/URL]

Nessun commento: