lunedì 31 gennaio 2011

Sono un master! No sei un coglione, Quando l'idiozia si dà un nome.

























Ieri in una chat mi sono imbattuta in uno che si professava master
Cosa normale capita, siccome senza sapere io chi sono mi dice che è del mio paese d'origine, cioè la possibilità 1 su 35.000 comuni circa !!
Ma ovviamente sto sul vago, io non devo farmi riconoscere che io so più o meno.
Forse data l'età poteva essere se non un mio compagno di classe o una classe prima o una dopo.Che motivo aveva di mentirmi non sapendo io chi fossi e da dove fossi?

Allora conoscendo un po' il posto, mi dico sto qui deve essere uno che no sa nemmeno cosa significa master, presa dalla curiosità, penso che probabilmente pure
Allora gli chiedo, ma master in che senso.

Risposta

che a me le donne mi piace usarle sessualmente

io ah, ma tipo cosa gli fai

ad esempio la settimana scorsa

mi son fatto una di 21 anni, eravamo in macchina l'ho messa a pecorina e le tenevo la testa piantata contro il sedile mentre la sbattevo a pecorina, poi l'ho fistata mentre urlava, poi le ho s*******o sui vestiti, mentre lei piangeva e l'ho scaricata in piazza così.


Ecco, ho pensato proprio originale, pensava di dire qualcosa di importante mentre... che becero individuo, un altro coglione maschilista, che pensa si darsi un tono dicendosi master - quando ha quella mentalità provinciale sadica e maschilista del posto che ben conosco.

Mi son detta ancora una volta evviva che non abito più lì.
E penso che purtroppo molti che si dicono master vogliono solo giustificare il loro odio verso le donne, che desiderano troppo e no riescono probabilmente ad avere davvero.
Poi la cultura di alcune province. la dice lunga.

martedì 25 gennaio 2011

Dilemma di casalinga























Poco credibile come casalinga o cuoca? :)

martedì 11 gennaio 2011

Un porno prima di dormire






















Letterina di una ragazza ad una rivista femminile, mi fa ridere perché quando leggo tanta ingenuità in tutti i sensi penso proprio che con un minimo di arguzia tutta l'umanità vista dall'alto sia veramente demenziale, e allora tutto, anche le vicende più ovvie e banali diventano dei dogmi colossali...


"Allora, ho visto nella cronologia del pc del mio ragazzo che quasi ogni giorno si vede svariati porno, ora vlui vorrebbe farmi credere che li guarda e si addormenta ma il prob è un altro.
Come fa a vedere porno quasi ogni sera ma a riuscire a non fare sesso con me pure per 2 settimane o + senza problemi? Ormai devo essere quasi sempre io ad avere l'iniziativa ma io mi domando, i film porno hanno iniziativa? No, hai voglia di vederli e li apri, ma quindi non avrebbe mai voglia di farlo con me? _
Insomma la mia domanda è, se se li guarda praticamente ogni giorno e con me fare sesso spesso è un problema mi domando, pu essere meglio un porno di me? Il problema potrebbe dipendere dal fatto che ho un fisico un po da ragazzina e pochissime tette? Se non l'avessi scritto io questo topic starei pensando "che sfigata" "

domenica 2 gennaio 2011

Detti sulla gnocca
















Ecco e come non aprire il 2010 con qualche detto sulla gnocca :) del resto questo blog suori chiama figa a merenda...BUON ANNO intanto.... ;)

Fica. È l'enigma. È brutta, laida, umidiccia, maleodorante, percorsa nei due sensi da deiezioni. Fa schifo. Non ha una forma definita, è un buco slabbrato, un vuoto, un'essenza. Se la donna non l'avesse sarebbe perfetta. Ma senza questo oggetto inqualificabile, "l'insetto fica" come la chiama con disprezzo qualcuno, l'erotismo non sarebbe possibile. 

Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Le donne belle, come i ricchi, sono masochiste. Se lo possono permettere. Le brutte no. Sono già troppo umiliate. Per loro effettivamente il cunnilingus può essere un atto compensativo, un omaggio gradito, un illudersi che ciò che hanno fra le gambe abbia un valore in sé, a prescindere dal contorno.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Mutandine. "Alter ego" della fica. Vivono in una tale, intima, simbiosi da costituire una sorta di "doppio", dove le mutandine rappresentano la cultura e la fica la natura.

Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

L'ansia sulla grossezza del pene è pari solo all'ansia per la piccolezza della fica. Non c'è donna al mondo che sarebbe lieta di scoprire di avere un'apertura larga come un collare per cavalli.
iga
Germaine Greer, L'eunuco femmina, 1970

Cercava la verità nella fica: e tutto quello che otteneva era di addormentarcisi sopra − dopo.

Ennio Flaiano, Appunti, 1950/72 (postumo in Diario degli errori)