martedì 29 giugno 2010

Tutto, ma proprio tutto...

Ho pensato diverse volte che a una bella figa un uomo tende a perdonare molto più cose.
Forse è una mia impressione, ma ho come questa efferata impressione :) , che pure la sottomissione maschile, dalla in mano a Rosi Bindi te e vedi come tornano tutti i candidati slave con la voglia di essere dei perfetti tradizional-sesso-popolari.
Insomma oggi si sa essere delle belle fighe ha dei gran vantaggi, che poi possono essere anche dei svantaggi in un certo senso, cioè chi ti fa il favore, metti in ambito lavorativo lo fa perché qualche favoretto spera di ottenerlo, ma poi del resto un po' come per i cuccioli, è anche un approccio istintivo che le più carine vengano subito prese sotto un'ala protettiva.
D'altro canto non è per cattiveria, ma un giorno che in una rivista ho visto una tipa come quella di fianco che diceva "io dico sempre quello che penso" peccato che il primo idiota commento che mi è venuto istintivo si sia "ma chi se ne frega"?
Purtroppo l'abitudine alla mentalità di associare la bellezza a un potere di per sé molto pesante, tende a coprire le eventuali altri qualità...retaggio nostro.


Però fatto sta che dite il vero... da una così si potrebbe accettare anche una buona soglia di ignoranza, e due tre lamentele.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Mi sono perso... e dirai "Normale per uno come te".

A parte le mie ridotte capacità neurologiche... ma il problema è che un uomo perdona più facilmente una bella gnocca o che gli elargisce più favori e la tiene maggiormente in considerazione?

Secondo me sono due cose profondamente diverse.

Cattivik

Gisy ha detto...

No, la tiene maggiormente in considerazione perché di piacevole presenza...
da una parte è un demerito, dall'altro è un gran culo nascere delle belle fighe.
Qui Mendel va rivisto...
Cioè ha anche dei svantaggi, ma cazzo nascere "donne e brutte" assieme credo sia davvero una delle più grandi sfighe possibili.

Per come è la società oggi come oggi.

Claudio ha detto...

Fin da piccolo, mi sono sempre chiesto con stupore e smarrimento perché mai la gente esitasse di fronte al classico quesito: "Preferiresti una donna brutta e intelligente o bella e stupida?".
Voglio dire, c'è anche da starci a pensare?
Io non ho mai avuto bisogno neppure di far finire la domanda: mi è sempre sembrato quantomai logico e naturale rispondere: "Bella e stupida, ovvio".
La bellezza prima di tutto, sempre.

Anonimo ha detto...

L'esatto contrario... la più grande sfiga... per come è la società oggi è nascere donna e figa.

Non saprai mai se quello che hai lo hai perchè lo meriti o perchè sei bella e donna!

Meglio nascere donna ma non troppo figa. Insomma se vuoi delle scorciatoie sei donna e le puoi avere tranquillamente... se non le vuoi saprai che quello che hai l'hai conquistato con le tue forze.

Cattivik

Gisy ha detto...

@ Claudio - hai presente la battuta "sai perché le donne oltre alla figa hanno anche il cervello? - perché sennò sarebbero troppo forti!"
beh ecco...fa ridere, ma penso che ci sia qualcuno che la pensi così.
Cosa dire, per bellezza o meglio il suo ideale si sposta il mondo.E' istintivo, anche se sempre per la figa gli uomini fanno grande cazzate, e le per essere fighe le donne ne fanno altrettante.
Non so se questo gioco potrà mai cambiare. Nonostante si parli di evoluzione, sembra che la società continui spingere affinché questo sia sempre più efferato nonostante la parità dei sessi no?

@ Cattivik - ti garantisco che è peggio nascere brutte, in una società dove l'immagine anche al di fuori dell'ambito dell'immagine ti condanna.
La questione dei meriti l'ho sempre sostenuta - e invidiato gli uomini per questo, nel senso che la loro riconoscenza è ben più spesso pura.

Io il mio discrimine l'ho vissuto come autrice, così come il pregio di essere chiamata ovunque, ma ovviamente i malpensanti hanno allora dovuto pensare che dietro ci fosse sicuramente qualche losco marchingegno. E in effetti anche l'editore a suo tempo ha giocato al fatto che io potessi essere un autrice-modella che faceva vendere.
Gli altri lavori più seri invece non son stati giudicati dal grande pubblico :)
cosa vuoi che dica. peggio meglio, dipende uno che aspettative ambizioni ha.
Fastidio tanto, ma poi del resto, meglio non diventare acide come donne, che corrisponde all'essere "luridi porci" negli uomini a mio avviso...

genomaxycopy ha detto...

Voto per la bella e cretina.Ad una condizione:che sia un talento naturale a fare sesso.Se no preferisco la brutta,la quale per la legge dei grandi numeri e' sicuramente piu' brava nel talamo.A mio modesto parere la predisposizione naturale all'accoppiamento soddisfacente e' la discriminante di scelta della donzella.

Gisy ha detto...

Genoma - eh ho avuto diversi ex che la pensano come te, eh eh, siamo rimasti cmq ottimi amici :)

cri ha detto...

quanti e quali commenti....