mercoledì 28 aprile 2010

Il modo più facile per guardarsi un porno



















Da poco avevo scritto questa cosa che mi divertiva pensando a come spesso e volentieri navignaodper la rete che è piena di distrazione si finisce chissà come mai su un pornazzo...

Il modo più facile per arrivare ad un porno tramite web è


GOOGLE --->; YOU TUBE ----> ricerca QUALUNQUE COSA --->;VOGLIA DI PORNO---> PORNO.
Uno apre internet per controllare le mail e finisce su un sito porno, subendo due tre passaggi un po’ subliminali che difficilmente si renderà conto di fare. L’utente dalle stesse sue mail, sarà scaraventato nel pettegolezzo dei vip, cliccherà su una delle tante iconcine un po’ osé dove magari a Michelle Hunzicher erroneamente scivola fuori una tetta, il ché è una cosa buona, ma si sa, 3 secondi di tetta furtiva non soddisfano a sufficienza, perché con il ferma immagine la tetta si vede in movimento anche se metti in pausa, ma non quel movimento porno della tetta, proprio l’immagine mossa; così non soddisfatti e seguendo l’escalation di morbosità sobria sia arriverà ad altrettante vip sguaiate che sembrano senza mutande, allora clikki sulla possibilità Canalis che è meglio della Hunzicher, ma peccato che son sempre frammenti di pochi secondi, così uno diventa cieco non a forza di seghe, ma per sforzarsi di vedere con il ferma immagine di you tube la frazione di secondo in cui si intravede della tetta capezzoluta della vip.



Bene, arrivato a questo punto decidi che è giunta l’ora di un vero pornazzo, dove non serve il fermo immagine, ma nel video le tette sdondolano a destra e a manca , non perché l’immagine è mossa, ma perché la tipa si fa sbattere davanti dietro, dx e sx da ogni essere più o meno umano nel raggio di 15 metri. Così subentra il mitico You porn che ormai è la cosa più ovvia e accessibile per la goduria pornica, se sei minorenne basta falsificare la tua data di nascita che ti dice ok, puoi accedere al meraviglioso, variegato mondo del porno. Stai sicuro che da lì non uscirai più.


Allora uno si chiede come mai da GOOGLE, anziché passare dalle mail, e alle news, non è andato direttamente su YOU PORN visto che da qualunque lato le cerchi le notizie del giorno, arrivano a spararti nella perdizione, che oggi è molto meglio della porta accanto: significa appunto cliccare un’immagine di Paris Hilton con cellulite, che porterà all’amica Britney Spears cicciona con i brufoli, per cliccare poi su dei sui video dove è decisamente magra bona e sculettante così come tutta la compagnia bella dei grammy words e fashion etc… Uno perde circa un’ora di tempo affinché l’arrapatura gli sale in un modo stratosferico che ormai non può più farsi una sega pensando di farsi una semplice sega, ovvero una sega col pensiero, ma pensando che deve trovare quell’immagine giusta esatta su you porn, il ché non è facile, perché se poi dopo un’ora e mezzo che ti sale il midollo al cervello, sbagli immagine mentre vieni, allora ti incazzi anche il triplo, che non son mica quella seghe così fai da te, dove pensi ai cazzi tuoi o ai cazzi o alle fighe delle altre.


Eh no! devi calcolare il tempo esatto sennò il video si ferma o s’inceppa sul più bello o su una scena moscia, bisogna mandare avanti cercando di capire se dopo tot minuti è plausibile arrivare ad una scena doc per una venuta, magari tornado alla cara e vecchia Britney Spears non più brufolosa, ma tutta iridescente e scintillante che dimena tra la psiche tra l’essere docile e troia, facendo la parte della donna a volte dolce altre decisa, a volte schiava a volte padrona, giocherellona e severa, plausibile e assoluta, irraggiungibile, ma gioviale e accogliente, e per te caro mio è proprio meglio che cadi nel suo lato bipolare più porco. Sennò quanto spreco! 

                                                                                                          gisy

sabato 24 aprile 2010

Bukakke e sottomissione














A distanza di qualche giorno mi arrivano commenti sul Bukakke, è ovvio che un argomento messo in battuta non possa essere discusso più di tanto quindi lo riprendo adesso in questo post.

Intanto per quelli che non lo sapessero ma penso che se passate di qui lo sapete, per Bukakke si intende quella pratica sessuale  in cui una serie di uomini eiacula a turno o insieme su una donna o su un uomo, spesso inginocchiata; questo genere di pratica può talvolta coincidere anche con l'ingestione di sperma.
Intanto c'è da dire che la pratica del Bukakke non rientra nella nostra tradizione" occidentale, e sappiamo bene che i giapponesi son sempre abbastanza strambi dovuti senz'altro anche all'assenza della cultura morale cristiana che noi invece ci portiamo dietro... Ciò non toglie  che questa pratica si stia diffondendo anche nella nostra cultura che spesso e volentieri va di pari passo anche alle mode sessuali, facilitate dal confronto tramite i mezzi web ecc, ecc...che fanno capire se le esperienze altrui possono essere in qualche modo interessanti e affini anche alle nostre esigenze.

Sicuramente possiamo dire che in linea di massima il Bukakke è una (pratica) azione di sottomissione. Ma assume valori completamente diversi se praticato nella vita di coppia (anche se sarebbe sbagliato parlare di vero e proprio bukakke nelle coppia dato che si intende per bukakke  quando più uomini eiaculano sul viso e sul corpo di una o più donne) . Se si parla di vita di coppia l'accettare lo sperma (quindi il seme) in faccia può essere visto come un segno d'accettazione il dire al partner mi fido di te, "ti porto anche in viso", insomma un pegno d'amore verso il piacere del partner. Ciò non toglie che nell'uono anche in coppia l'dea di umiliare la propria partner (e non solo col bukakke) per quanto amore ci sia possa risultare molto eccitante.

Nel caso mettiamo di una gang bang con sconosciuti dove tutti eiaculano sopra la donna del desiderio, da parte dell'uomo vi è proprio l'idea della cosa sporca (seppur acconiscendente ovviamente) del rendere la donna più troia possibile, e quale visione più veritiera vi può essere se non quella di vedere una donna ricoperta dall'evidente frutto del piacere godereccio maschile, e più uomini hanno goduto su di lei in teoria più lei ha adempiuto perfetta all'idea che quella donna è stata per giunta un'ottima troia, e come troia va umiliata.
Da parte della donna come già detto nel caso della coppia, l'accettazione è godere per amore del partner del fatto di procurargli piacere, nel caso della donna di una gangbang mettiamo caso, di sentirsi effettivamente desiderata da quanti più uomini possibile, quindi dal mio punto di vista un godere più egocentrico ed esibizionistico che altro. A me sinceramente fa un po' senso e condivido e mi ha divertito la risposta di una ragazza in una discussione dove si riteneva molto erotico avere lo sperma addosso...

"cioè... farmi inondare di sperma sarebbe altamente erotica come cosa?...ma non ho nessuna voglia di trasformarmi in lumaca bavosa!"
  

mercoledì 21 aprile 2010

Bukakke che passione




















Io non capisco quelli che amano il Bukakke, se sono dei nostalgici della glassa.

lunedì 19 aprile 2010

Il fascino discreto della morale

Il fascino si sa, è qualcosa di legato all'irrangiungibile, al celato più che allo scoperto, oggi invece tutto sembra catapultato in un era che per definizione è l'assenza del desiderio, in quanto l'esplicito è ovunque. Io credo questo sia il motivo primo per cui si sposta in continuazione l'idea della fantasticazione erotica. Un tempo bastava una caviglia scoperta per desiderare, forse mi verrebbe da dire che il prossimo passo dell'eros sarà tornare alla ricostumizazzione del corpo femminile.
Cosa ci può essere di più eccitante che "i racconti del ginecologo in diretta" - con tanto di fighe aperte, culi e bocche spalancate e quant'altro?
L'ssenza di tutto questo, sapendo che c'è.
Quello che voglio dire, è che nemmeno il pensiero malizioso oggi può trovare facilmente posto, su cosa
maliziamo, se tutto ci viene sbattuto in faccia?
Tanto sesso, troppo, poca passione credo, molta noia., con la conseguenza che si cerca quello che non si trova in offerta... Fondamentalmete rimane quello che nell'idea comune si vive come idea di trasgressione ma questo solo perché le radici cattoliche sono ancora molto radicate nella nostra cultura...in un certo senso, l'ateismo sessuale potrebbe essere un danno ancora più grande di quanto non lo sarebbe sembra una morale che volenti o nolenti ci ritroviamo bella servita nel piatto da quando nasciamo.


Cos'è ancora per voi che più che eccitare affascina per esempio,. e ancora per voi le due cose sono sinonimi?

venerdì 16 aprile 2010

La lunga strada del cuckold


Testo tratto dal forum dei Cuckold, ovvero dai mariti cornuti. Il testo in corsivo è il mio.


Utente esperto condivide:
Salve.
Dopo le ultime lettere sul forum ho raggiunto dei risultati.
Ho fatto delle fotografie, appena posso le metto sul sito, ma devo stare attento perchè se se ne accorge è un casino.
Punto due. Ha accettato di farsene fare ancora.
Punto tre. Ha accettato di addobbare la stanza. Ho comperato delle luci colorate.
Punto quattro. Ha accettato un sex toy.
Punto cinque. Ho comperato un bel pisellone motorizzato dalla umana similpelle.
Vediamo che succede. Ma guarda un pò che mi tocca fà!
Vorrei usare questo thread come blog per appuntare tutti gli sviluppi e vedere come essi crescono, per favore non allungatene le pagine con commenti poco utili. Non che voglia escludervi, vi voglio bene ragazzi, è per un motivo di visualizzazione, magari per chattare usiamo un altro post. Sennò per leggere gli sviluppi uno deve visitare cento pagine. OK? Grazie.

Lunga è la strada per il cuckold :)

giovedì 15 aprile 2010

Sotti di te

Leggendo qui e là, mi pare che la sottomissione maschile stia prendendo sempre più spazio nei vari blog, uomini con psedudomini umiliati si fanno strada e si propongono mostrandosi nelle loro più ridicole sembianze...Cos'è che si ricerca davvero nell'umiliazione ? Io penso l'idea di essere totalmente nelle mani della donna (dopo anni di maschilismo, sembra che l'uomo si porga alla sottomissione fisica più assoluta), in realtà in questo gioco non penso mai esista davvero una parte più passiva rispetto l'altra, se non altri per la condivisione dell'idea stesso, penso che le formi di sottomissione vera siano altre, queste mi fanno ridere, più che deridere...Questo blog ne è uno degli infiniti esempi...con tanto di lettere servili, (in realtà che altro non nascono a mio avviso uno sfrenato ego, seppur chi si presenta lo fa con l'intenzione di demolirsi agli occhi di un'ipotetica mistress...).

 Lascio una lettera che ho preso giusto da questo blog...

Sto con una ragazza, ma lei mi cornifica con vari STALLONI, e mi permette solo di farmi delle seghette, quando viene da me e mi chiede i soldi per fare shopping. Naturalmente la mia seghetta è patetica, tre secondi 2 gocce di sborretta, e poi giù ingoio.



La prego lo commenti mi dica cosa ne pensa.


Umilmente ai suoi piedi…..


Un frocetto a cui crede di piacere le donne.”

e vorrei chiedere, per chi passa di qui, e lo so che ne passa di qui, questi uomini cosa pensano di ricercare nella sfrenata apparente sottomissione ad una suprema donna....  

lunedì 12 aprile 2010

La prima volta che ci baciammo


So che potrebbe non centrare molto con questo blog, ma questo passaggio da V per vendetta  che è non stato solo un film di successo, ma volevo ricordare che è nato come serie di un fumetti scritta da Alan Moore e illustrata da David Lloyd (1982-1985) ....è davvero di una bellezza estrema che si avvicina all'alta letteratura, qui un gran passaggio d'amore e di nostalgia...

Mi chiamo Valerie. Non credo che vivrò ancora a lungo e volevo raccontare a qualcuno la mia vita. Questa è l'unica autobiografia che scriverò e … Dio… mi tocca scriverla sulla carta igienica.
Sono nata a Nottingham nel 1985. Non ricordo molto dei miei primi anni, ma ricordo la pioggia.
Mia nonna aveva una fattoria a Totalbrook e mi diceva sempre che "Dio è nella pioggia".
Superai l'esame di terza media ed entrai al liceo femminile. Fu a scuola che incontrai la mia prima ragazza: si chiamava Sara. Furono i suoi polsi… erano bellissimi. Pensavo che ci saremmo amate per sempre. Ricordo che il nostro insegnante ci disse che era una fase adolescenziale, che sarebbe passata crescendo. Per Sara fu così, per me no.
Nel 2002 mi innamorai di Christina. Quell'anno confessai la verità ai miei genitori. Non avrei potuto farlo senza Chris che mi teneva la mano. Mio padre ascoltava ma non mi guardava. Mi disse di andarmene e di non tornare mai più. Mia madre non disse niente, ma io avevo detto solo la verità, ero stata così egoista? Noi svendiamo la nostra onestà molto facilmente, ma in realtà è l'unica cosa che abbiamo, è il nostro ultimo piccolo spazio… All'interno di quel centimetro siamo liberi.
Avevo sempre saputo cosa fare nella vita, e nel 2015 recitai nel mio primo film: "Le pianure di sale". Fu il ruolo più importante della mia vita, non per la mia carriera ma perché fu lì che incontrai Ruth. La prima volta che ci baciammo, capii che non avrei mai più voluto baciare altre labbra al di fuori delle sue.
Andammo a vivere insieme in un appartamentino a Londra. Lei coltivava le Scarlett Carson per me nel vaso sulla finestra e la nostra casa profumava sempre di rose. Furono gli anni più belli della mia vita.
Ma la guerra in America divorò quasi tutto e alla fine arrivò a Londra.
A quel punto non ci furono più rose… per nessuno.
Ricordo come cominciò a cambiare il significato delle parole. Parole poco comuni come "fiancheggiatore" e "risanamento" divennero spaventose, mentre cose come "Fuoco Norreno" e "Gli articoli della fedeltà" divennero potenti. Ricordo come "diverso" diventò "pericoloso". Ancora non capisco perché ci odiano così tanto.
Presero Ruth mentre faceva la spesa. Non ho mai pianto tanto in vita mia. Non passò molto tempo prima che venissero a prendere anche me.
Sembra strano che la mia vita debba finire in un posto così orribile, ma per tre anni ho avuto le rose e non ho chiesto scusa a nessuno.
Morirò qui… tutto di me finirà… tutto… tranne quell'ultimo centimetro… un centimetro… è piccolo, ed è fragile, ma è l'unica cosa al mondo che valga la pena di avere.
Non dobbiamo mai perderlo, o svenderlo, non dobbiamo permettere che ce lo rubino… Spero che chiunque tu sia, almeno tu, possa fuggire da questo posto; spero che il mondo cambi e le cose vadano meglio ma quello che spero più di ogni altra cosa è che tu capisca cosa intendo quando dico che anche se non ti conosco, anche se non ti conoscerò mai, anche se non riderò, e non piangerò con te, e non ti bacerò, mai… io ti amo, dal più profondo del cuore… Io ti amo.
  a lungo e volevo raccontare a qualcuno la mia vita. Questa è l'unica autobiografia che scriverò e … Dio… mi tocca scriverla sulla carta igienica.
Sono nata a Nottingham nel 1985. Non ricordo molto dei miei primi anni, ma ricordo la pioggia.
Mia nonna aveva una fattoria a Totalbrook e mi diceva sempre che "Dio è nella pioggia".
Superai l'esame di terza media ed entrai al liceo femminile. Fu a scuola che incontrai la mia prima ragazza: si chiamava Sara. Furono i suoi polsi… erano bellissimi. Pensavo che ci saremmo amate per sempre. Ricordo che il nostro insegnante ci disse che era una fase adolescenziale, che sarebbe passata crescendo. Per Sara fu così, per me no.
Nel 2002 mi innamorai di Christina. Quell'anno confessai la verità ai miei genitori. Non avrei potuto farlo senza Chris che mi teneva la mano. Mio padre ascoltava ma non mi guardava. Mi disse di andarmene e di non tornare mai più. Mia madre non disse niente, ma io avevo detto solo la verità, ero stata così egoista? Noi svendiamo la nostra onestà molto facilmente, ma in realtà è l'unica cosa che abbiamo, è il nostro ultimo piccolo spazio… All'interno di quel centimetro siamo liberi.
Avevo sempre saputo cosa fare nella vita, e nel 2015 recitai nel mio primo film: "Le pianure di sale". Fu il ruolo più importante della mia vita, non per la mia carriera ma perché fu lì che incontrai Ruth. La prima volta che ci baciammo, capii che non avrei mai più voluto baciare altre labbra al di fuori delle sue.
Andammo a vivere insieme in un appartamentino a Londra. Lei coltivava le Scarlett Carson per me nel vaso sulla finestra e la nostra casa profumava sempre di rose. Furono gli anni più belli della mia vita.
Ma la guerra in America divorò quasi tutto e alla fine arrivò a Londra.
A quel punto non ci furono più rose… per nessuno.
Ricordo come cominciò a cambiare il significato delle parole. Parole poco comuni come "fiancheggiatore" e "risanamento" divennero spaventose, mentre cose come "Fuoco Norreno" e "Gli articoli della fedeltà" divennero potenti. Ricordo come "diverso" diventò "pericoloso". Ancora non capisco perché ci odiano così tanto.
Presero Ruth mentre faceva la spesa. Non ho mai pianto tanto in vita mia. Non passò molto tempo prima che venissero a prendere anche me.
Sembra strano che la mia vita debba finire in un posto così orribile, ma per tre anni ho avuto le rose e non ho chiesto scusa a nessuno.
Morirò qui… tutto di me finirà… tutto… tranne quell'ultimo centimetro… un centimetro… è piccolo, ed è fragile, ma è l'unica cosa al mondo che valga la pena di avere.
Non dobbiamo mai perderlo, o svenderlo, non dobbiamo permettere che ce lo rubino… Spero che chiunque tu sia, almeno tu, possa fuggire da questo posto; spero che il mondo cambi e le cose vadano meglio ma quello che spero più di ogni altra cosa è che tu capisca cosa intendo quando dico che anche se non ti conosco, anche se non ti conoscerò mai, anche se non riderò, e non piangerò con te, e non ti bacerò, mai… io ti amo, dal più profondo del cuore… Io ti amo.

giovedì 8 aprile 2010

Evviva la Pornoprof

 












Io son da anni una gran sostenitrice di Anna Ciriani, la soprannominata Pornoprof di Pordenone, visto che ha ben ragione, perché deve essere penalizzata sul posto di lavoro perché si fa gode sua vita privata  come meglio crede?


a parte che è simpaticissima e in gambissima, se siete voyeuristi vi consiglio di seguirla... 


peccato che su You tube abbiamo bannato non si capisce per quale motivo l'intervista fatta dalle iene...
Qui il suo blog e l'intervista di Lucignolo !





Qui al Chiambretti Night !




mercoledì 7 aprile 2010

L'eunuco vero

Allora...

ogni tanto mi arrivano le mail più bizzarre e fin qui va bene...però da qualche tempo c'è un tipo che si firma L'eunuco vero che mi supplica di prenderlo a calci nelle palle...mi pare proprio che non scherzi...e anzi, è un pò troppo insistente per i miei gusti e non capisco perché invece di farsi lacerare i coglioni, non la smetta di romperli agli altri... questa l'ennesima mail...


Suprema Padrona Gisy,
La supplico: mi dia la possibilità di registrare con Lei un video dove mi prende a calci nelle palle. Io sarò a palle nude e Lei si divertirà a schiacciarmi i coglioni sotto i Suoi tacchi... Le allego anche un'immagine dei miei testicoli per sapere se questi miei 2 coglioni La possono soddisfare.
Rimango in fremente attesa della Sua decisione!
schiavo devoto (futuro eunuco)
come nella mail precedente allegato tanto di genitali calpestati ecc...uff

Per curiosità son andata a vedere su internet se si trovavano info riguardo questo esemplare, e ho scoperto che bazzica in qualche forum dal quale è stato puntualmente bannato, dove mette liberamente a disposizione il suo ind mail...


questa una parte della discussione che mi faceva anche un pò ridere, e un pò tristezza...io spero che sto qui trovi qualcuno che gliene dia di santa ragione così come dicono nel forum almeno non rischia di sporcare il mondo con la sua pirogena !


Le parti blu scuro sono dell'eunuco le altre in battuta dai membri del forum


Se sei interessata a realizzare dei video di calci nei testicoli scrivi a: eunucovero2@yahoo.it. Ottimo compenso!
tira fuori le palle e scrivimi!!!


...mi sto allacciando le scarpe...antifortunistiche!..vado bene?? 

ahahahahahaahah..guarda che ho decenni di frustrazioni da sfogare!!!

Vorrei il parere, se c'è, di qualcuno che invece di deriderlo, difende la sua scelta.
Così, per sapere la motivazione per cui non dovrei ridere.

tira fuori le palle e scrivimi!!!

Veramente le palle le tireresti fuori tu e le saluteresti anche.
Al di là di questo, invece di limitarti a spammare come un ossessionato morto di calci, potresti rispondere al post precedente? 

non parlo con i maschi! frocio!
 
Ma lurido cancro di questo mondo di per sè merdoso.
Razza di omuncolo deviato e vergogna della categoria di cui tu porti soltanto parte dei caratteri sessuali.
Ho chiesto di spiegare cosa ti porta ad elemosinare calci nei coglioni, di certo non penserei nemmeno lontanamente di sporcare le mie scarpe prendendo a calci le palle di una bestia in grado di partorire risposte di questo tipo.
Nè tantomeno ambisco ad ottenere il buco del culo di un omiciattolo senza dignità come te.
Fatteli dare belli secchi i calci, almeno saremo certi che il mondo non vedrà nessun essere generato dal tuo bistrattato seme.

e poi è stato bannato....

lunedì 5 aprile 2010

Sesso gratis per protesta


Anche Il Puttaniere sostiene il Comitato per i Diritti Civili delle Prostitute e appoggia la loro campagna "Io ci sto e tu?" dove chi si presenterà con il cupon otterrà una prestazione gratuita di sesso, se poi farete il mio nome avrete pure un trattamento "particolare".

giovedì 1 aprile 2010

Porno con animali

Va benissimo quando dicono che il cane è il miglior amico dell'uomo, poi capita che spesso le cose non sono proprio così, come tra le persone che una dice all'altra "ma non era solo un amico?" Poi ti te lo sei portato a letto o magari anche fidanzato.

Ecco io volevo capire una cosa, allora un po' per caso come quando capitano delle cose un pò' obbrobriose per caso scaricando un pornazzo mi è capitato un pornazzo con animali, tipo l'allegra fattoria dove i tizi e le tizie facevano sesso proprio con animali, cani, muli, e non ci volevo credere c'era un tizio che si scopava una gallina mentre la tizia teneva fermala gallina che stramazzava a becco aperta.
il filmato non è dei più recenti si può stimare attorno alla fine anni settanta, e pensavo che vabbè che la gallinella fa l'uovo, ma secondo me un cazzo dentro il posto dell'uovo non va mica bene alla gallina.
non che le galline mi siano mai state particolar mente simpatica né tanto meno io animalista, ma queste cose che non è come il cane che glielo infila alla tipa mi paiono un poco non sol contro natura ma anche illegali, sarà che è Pasqua, le pecorelle, i pulcini gialli piccoli e finti che si vedono in giro e via dicendo mi è venuto in mente questo fatto qui della gallina, che perdeva anche un po' di guano sull'eccello del tipo tutto arrapato, ma non c'è tipo un'associazione no porno con animali?