lunedì 23 novembre 2009

Giochi pericolosi.


















Altra mail... mi sembrava una buona testimonianza dove il sesso, anche quello che può sembrare solo quello...a volte non lo è...


"Lei era la mia amante, sposata come me, con l'altra parte aveva poco da condividere. La chiamavo "la tettona" aveva un gran seno, e quando mi veniva  a trovare nel mio negozio (espongo oggetti d'arte) - mi eccitava tremendamente, fino a rischiare l'imbarazzo davanti i clienti, si faceva uscire il seno dalle maglie spesso attillate.Quella che si può dire una gran affinità erotica sessuale, tirava molto la corda, quando anche a tavola, io con mia moglie e lei con suo marito, mi toccava la gamba con il piede sotto la sedia, mi creava un imbarazzo eccitantissimo. 
Questo è durato due anni, finché un giorno come era solita fare è entrata in negozio, ma niente, niente più giochi, mi ha detto che era incinta di suo marito.
E' stato un dolore incredibile. Da allora non ci siamo più rivisti."


 

Nessun commento: