sabato 28 novembre 2009

mare o montagna

























Questo dialogo in realtà l'avevo già scritto in un altro dei miei blog ma mi fa sempre ridere a ripensarci:

Dialogo tra un tizio veneto e un ragazzino veneto di 11 anni...

"Te piaxe de pì il mare o la montagna?"

"La montagna"


Pacca sulla spalla - "speta che cominxie piaxerte la figa..."


(che sicuramente il mare sottinteso sarà Jesolo !)

lunedì 23 novembre 2009

Giochi pericolosi.


















Altra mail... mi sembrava una buona testimonianza dove il sesso, anche quello che può sembrare solo quello...a volte non lo è...


"Lei era la mia amante, sposata come me, con l'altra parte aveva poco da condividere. La chiamavo "la tettona" aveva un gran seno, e quando mi veniva  a trovare nel mio negozio (espongo oggetti d'arte) - mi eccitava tremendamente, fino a rischiare l'imbarazzo davanti i clienti, si faceva uscire il seno dalle maglie spesso attillate.Quella che si può dire una gran affinità erotica sessuale, tirava molto la corda, quando anche a tavola, io con mia moglie e lei con suo marito, mi toccava la gamba con il piede sotto la sedia, mi creava un imbarazzo eccitantissimo. 
Questo è durato due anni, finché un giorno come era solita fare è entrata in negozio, ma niente, niente più giochi, mi ha detto che era incinta di suo marito.
E' stato un dolore incredibile. Da allora non ci siamo più rivisti."


 

domenica 15 novembre 2009

C’è anche il blog dei puttanieri


C’è anche il blog dei puttanieriI clienti delle squillo si scambiano opinioni e recensioni

Lo scenario non è quello più antico del mondo. Da un lato, ragazze “squillo” colte e informate. Dall’altro, clienti frustrati e di scarsa fantasia. La storia è così semplice da sembrare contorta: un anonimo autore si iscrive ad un gruppo di discussione chiuso al pubblico, denominato “Forum dei puttanieri” ... continua qui


Il blog recensito da un attento Alessandro Dattilo sul portale di Fastweb

lunedì 9 novembre 2009

Calci nelle palle 3























Mi arriva l'ennesim mail di richiesta mistress pro ball busting,
Oh ma accidenti, tanta voglia di essere presi a calci nei maroni?

Eh eh, troppa noia ragazzi oggi.

In ogni caso questa mail che ho aperto stamattina alle 7.00 di mattina

"Suprema Padrona,
non sono che un inutile schiavo al Suo cospetto. La supplico, mi prenda a calci nei coglioni fino ad evirarmi!
Una volta divenuto eunuco, La servirò in tutto!
Sono pronto ad obbedire a tutti i Suoi ordini!
Con un calcio mi faccia arrivare le palle dritte dritte in gola a far salotto con le tonsille!
Può darmi un appuntamento per il castration-time?
Schiavo senza palle."


Non poteva mancare naturalmente un link video per rendere l'idea 

 

giovedì 5 novembre 2009

Transentimentale

Ultimamente sembra vada tanto di moda parlare dei trans, Eva Robins ne è un esempio non recente, ma non solo lei. La cosa che mi fa più impressione adesso è di come i media debbano fare gli stupiti che uomini di potere o quantomeno conosciuti possono avere tali frequentazioni, di come la gente cada sempre nel calderone di quello che vuole il gossip del momento, quando la storia è sempre andata avanti a suon di prostituzione, di rapporti "trasgressivi" e rapporti "consueti".
In questi giorni le televisioni ho visto ne han parlato tanto, e mi sembra davvero da parte anche di assessori, siano uscite delle impressionanti banalità. 


Cosa c'è di trasgressivo in un trasn, un pisello?
Probabilmente sì, ma anche il fatto che sia una donna?  Ma in questo caso lo stordimento avviene perché una donna con l'attributo viene percepita mostruosamente dalla morale comune, questo è causa dell'omofobia che regna. (E spesso l'omobia in chi la prova altro non è che la paura di essere gay).

Nell'essere umano, mi verrebbe da dire in tutti gli essere umani, c'è smepre una compoenete omosessuale, che può essere forte, meno forte, a volte, ma raramente assente, e questa componenete omosessuale, fa sì che tutti gli esseri umani a mio avviso siano tutti in maniera più o meno forte quindi dei bisessuali. Pochi credo siano i puri eterosessuali, almeno quanto i puri omosessuali, che poi ci sia una convenienza nel dirsi eterosessuali perché

a) ci è stato imposto da una cultura cattolica
b)le convenzioni sociali certo non agevolano chi esce dagli schemi di una certa coppia uomo-donna
c)la paura di essere giudicati immorali, o male.

d)non lo vogliamo prendre in considerazione perché tutto è più facile così
e)ammettere che avere una latenza omosessuale fa essere giudicati subito al di fuori del perimetro "etero"



Insomma, fa comodo che le cose siano e stiano come la morale comune vorrebbe che stiano, che chiaramente la morale comune, non è né l'uso comune, né il desiderio comune. Che i trans siano visti esclusivamente come fatto sessuale, è triste. Molto triste, mi sembra che nonostante ci sia un tentativo di difesa da parte dei media su questo aspetto, altro non facciano che enfatizzarlo questo aspetto.