lunedì 18 maggio 2009

Piuttosto che niente meglio piuttost (per alcuni)















Un mio amico mi ha confidato la delusione nel cercare nascostamente nelle e-mail della propria moglie e non trovar nessun intrallazzo - sperava un qualche cosa, ma più che altro un qualcuno altro che si strapazzava la propria donna...

invece nulla
.
Almeno ci fosse stato lui stesso....

5 commenti:

Bale ha detto...

la normalità a volte è così noiosa

Admiral Benbow ha detto...

Annoiarsi della normalità implica avere il tempo e la serenità per farlo, ossia vivere una condizione già di privilegio e vantaggio rispetto ai tanti che alla normalità aspirerebbero, in ogni senso, non solo necessariamente sessuale. A volte ho il sospetto che trovare la normalità noiosa possa essere anche un po' snob...

Gisy ha detto...

@ Bale - intanto appunto bisognerebbe stabilire cos'è la normalità ...oggi è più normale tradirsi forse che essere fedeli ad esempio - naturalmente sempre che non si dice, ma si fa - il cuckoldismo è un pò l'abbattimento di questo, però a vantaggio della fantasia maschile, ovvero, bene che tu vai con altri, ma alla fine sotto il mio controllo, seppur masochistico, molto raro trovare viceversa.
Il tradimento invece resta ancora "la trasgressione" per antonomasia, seppur di trasgressivo visto che la praticano in molti ci sia poco, se noi diciamo e intendiamo che per trasgressivo sia un fatto che riguarda una data minoranza...vabbè però capisco quello che intendi.

@ Admiral - son abbastanza d'accordo, anche se per normalità significherebbe capire le proprie emozioni senza inciampi esterni,oggi diventa difficile, poi se la normalità significa pensare a 10 ore di lavoro, coltivare una facciata "famigliare", e prendersi le distrazioni alle spalle, allora il commento sopra avrebbe più senso, ma penso anch'io che sia un privilegio capire i veri sentimenti propri.

Roberta ha detto...

Dopo aver scoperto cose troppo dolorose, ricominci ad apprezzare la noiosa quotidianità!

Gisy ha detto...

@ Roberta - penso possa essere vero, ameno che uno per non soffrire non si sposti del tutto altrove,,,