mercoledì 29 aprile 2009

Gambe e collant ....

Nonostante le intemperie - non c'è nulla da fare inizia il tepore, e si cominciano a vedere sandali e dita all'aperto, gambe scoperte, trasparenze di camiciole e però, ahimè penalizzati i collant che tra un pò non saranno più di stagione...
Personalmente preferisco la gambina collantata e bella che proprio ignuda.
E i sandali beh sì quelli col tacco vanno benissimo, ma anche gli stivali chiusi col tacco non disdegno...
Mi chiedevo, ma perché i tacchi a spillo piacciono così tanto? E' solo una questione di immaginario erotico, o c'è qualcosa di più che ci attira, forse proprio perché nel tacco esiste un'attinenza fallica - quel senso di sottomissione che rimanda ad un cazzo sotto il piede della donna - molto, molto facile che si associ il tacco al dominio in questo senso - o alla volontà fallica in un qualche modo...

... E poi voi preferite i collant o le gambe nude, così curiosità...


6 commenti:

dilaudid ha detto...

autoreggenti smagliate. per il trampling passo.

Admiral Benbow ha detto...

ricordo una spiegazione pseudo antropologica, secondo la quale il tacco alto e vertiginoso dà alla donna un'andatura insicura e "pericolosa", questo ancestralmente fa insorgere nell'uomo il senso di protezione della femmina. Dunque il gioco sarebbe: ti seduco col mio tacco a spillo, tu vieni a proteggermi che sono tanto tanto fragile...

Gisy ha detto...

@ Dilaudid - accidenti, ma forse è meglio smagliare un collant perfetto per il trampling...mi fa molto anni '80 il collant smagliato :)

@ Admiral - secondo me a naso, non è quello che induce l'uomo al desiderio della donna col tacco, credo davvero scatti un impulso di dominanza - sottomissione, "una dichiarazione di sfida sessuale" - insomma il tacco si sa, seduce in genere molto più che la scarpa bassa, o almeno quello è il segnale che dovrebbe mandare - è un pò come il trucco...l'attinenza fallica mi sembra ovvia...

Il Grande Favollo ha detto...

Autoreggenti o collant corti bianchi un po' sopra la caviglia. Scarpe di vernice con tacchi a spillo piantati nelle tue chiappe mentre le stai sopra. Prologo per una sega con i piedi, ma il piede deve essere freddo...

Irene ha detto...

Autoreggenti o parigine.
Per quanto riguarda i tacchi so che a metà '800 circa esisteva una categoria di donne (le ballerine classiche) che al tempo erano viste come mezze prostitute e mezze sante, le loro scarpe da punta furono inventate da un uomo per simulare il volo e non la camminata della sua prima ballerina. Ma in tutto questo le lasciò le caviglie scoperte, e al tempo era una cosa alquanto scandalosa. In poche parole, anche se i tacchi esistevano già da tempo, in questo modo si consolidava un meccanismo in cui la donna pura che sembrava un angelo era anche qualcosa di diabolico, insomma un casino. Magari non ve ne fregava niente di tutta questa storiella, però una volta che so l'origine di un fatto, la dico.
Tutto per dire che secondo me è ancora così. Parola di ex ballerina.
ciao!
Irene

Gisy ha detto...

@ Favollo - sì ma le calze bianche ingrassanoooooooo. Per il resto sembri un signore... :)

@ Irene - Grazie invece mi fa sempre piacere conoscere queste cose - non conoscevo la storia - è bello quando qualcuno associa un elemento culturale alle discussioni- ameno a me fa molto piacere...