lunedì 27 ottobre 2008

Una marchetta

I testi che seguono sono tratti da forum chiusi al pubblico, in cui gli utenti si scambiano opinioni, recensioni e suggerimenti sulle prostitute. Il corsivo è mio tutto il resto è preso dai vari forum.

Una visitatrice scrive: Da molto non entravo qui e ci sono entrata oggi perchè mi sono trovata in email una notifica di messaggio ricevuto. Tra i vari messaggi che non avevo letto e leggo ora ce ne sono alcuni che riguardano la policy del forum e/o la denuncia di illegalità. Chiedo a voi allora...cosa è ammissibile e cosa no? La morale comune accusa come blasfeme chi scopa a pagamento mentre chi la regala è una "brava ragazza" per cui un post del tipo "stasera voglio scopare...chi viene?" è "legale" mentre un post del tipo" stasera sono libera per un mazzo di 300 rose" è "illlegale". Si parla tanto di sfruttamento della prostituzione e la paura di siti/forum del genere è di incappare di tale cavillo....ma chiedo io..cos'è questo sfruttamento? Io, scopo a pagamento per mia libera scelta perchè 1-i soldi non fanno schifo a nessuno, 2-mi gratifica di più essere apprezzata coi soldoni che con false parole-3-mi sono stufata di darla a gratis. Nessuno mi sfrutta, sono libera e indipendente e sono io che casomai sfutto quanto madre natura mi ha donato ma perchè non posso dirlo?

Vabbuò..tutte ste chiacchiere per sapere..posso pubblicare annunci per le mie feste?

Per un solo istante temevo ci fosse uan donna capace di proporre dei temi morali all'interno del forum, poi la conclusione mi ha subito risollevato: si tratta della cara e vecchia marchetta.

1 commento:

Gisy ha detto...

beh sì,
allora diciamo che quel che rimane è il problema delle tasse...
Per il resto ha perfettamente ragione.
dal momento che è un mestiere - poche balle: si paga, e dal momento che oggi più che mai il valore del mestiere te lo fanno capire in quantità di cash ... non c'è dubbio che pure questo dovrebbe essere visto un lavoro come un altro. Soprattutto sotto il piano della retribuzione.