giovedì 23 ottobre 2008

Sesso anale


Tra le frasi dei motori i ricerca ho trovato "prenderlo nel culo all'inizio fa male, poi diventa vizio?" -
mi ha fatto sorridere questa frase - Garantisco di no.
Il sesso anale per esperienza personale e raccontata da amiche spesso o piace proprio o non piace affatto, mi verrebbe da affermare che è una condizione fisiologica a cui una donna è o non è predisposta. Facendo finta di ignorare almeno inizialmente il condizionamento culturale e psicologico.

Una mia amica che di anni ne ha 45 le fa malissimo tutt'ora e non ne è per nulla attirata pur avendo provato - garantisco che è una buone esperta in orge e cazzi vari - ma in culo no, potrei dire la stessa cosa, quando invece conosco ragazze ben più giovani di me che godono tantissimo a prenderlo nel culo (avendo orgasmi intensi dalla vagina) e praticano assolutamente senza dolore con una corretta lubrificazione.
C'è poi chi prova dolore e piacere contemporaneamente, ma qui subentra un fatto psicologico quindi, la fisiologia condiziona molto ne son convinta, ma anche l'approccio psicologico a qualcosa di assolutamente visto come "più estremo" può condizionare. Sarà che quando scopo io non voglio assolutamente sentire dolore quindi provate quelle volte altro che vizio mi son proprio convinta che non fa per me, e così tante altre che conosco.
Un'altra ragazza che conosco invece passa la sua sessualità ad infilarsi fior di clisteri e oggetti solo lì o lì e lì...per cui, credo che l'anal diviene "un vizio" solo in casi estremi, in cui c'è una fissazione probabilmente dovuto però ad un'idea di forte di sottomissione da parte della donne e di dominio da parte dell'uomo - se è vissuta in maniera quasi esclusiva dico. Ma certamente il fattore fisiologico che spesso viene sminuiti influenza non poco l'approccio a questo tipo di sessualità. Viene un vizio se si ha quel vizio, se si ha "quel vizio" - forse si sopporta anche un po' di dolore, o sennò può essere una variante di tanto in tanto.
Detesto quelli che dicono eh bisogna provare con quelli giusti...una se la sente credo...da .
Ma fosse anche a parità io son che le cose si dicono in faccia :)

7 commenti:

SerialLicker ha detto...

tempo fa avevo preparato un questionario-gioco (http://seriallicker.blogspot.com/2007/11/spit-or-swallow.html) per interrogare i bloggers sulle abitudini sessuali. Alla domanda sul lato B c'era chi apprezzava, chi non apprezzava, e poi incontrai una risposta in cui una lei diceva di non apprezzare, ma di amare la sensazione di sentirsi sottomessa.
Sembra il quadro del tuo post...

Gisy ha detto...

Beh credo sia davvero una variabile molto personale, sia per come la si vive psicologicamente che fisicamente...

nell'uomo c'è senz'altro anche il senso del dominio totale, nella maggior parte dei casi.
Poi - c'è chi dà il culo anche perché lo sente meno intimo dei rapporti tradizionali, chi infatti vuol mantenere la verginità, ma pratica rapporti anali.

E posso capire, sembra assurdo ma è tutto così variabile.
Per me è il contrario di dare tutto, quella rare volte che mi successo è perché mi stavo allontanando emotivamente da una persona e quindi era come chiudere qualcosa di più intimo che prima c'era...

Anonimo ha detto...

Sai, io ho una vita sessuale molto attiva.......monogama, ma non per questo noiosa. E cmq, il sesso anale lo faccio spesso.....non ad ogni rapporto.....devo essere molto eccitata......e adoro provare anche un pò di dolore......poi l'orgasmo è violento, quasi doloroso. Ciao. Mara

Gisy ha detto...

La monogamia non è detto affatto sia noiosa, dipende sempre chi la vive, come la vive...
ne conosco altre ragazze che hanno potenti orgasmi facendo sesso anale, nelle mie conoscenze sono comunque una minoranza.
Non c'è nulla di male comunque ! Ad ognuno il proprio godimento...
purché accondiscendente !

Anonimo ha detto...

"Il burro! perdio! il burro!...

Lo trovò, finalmente, il suo pentolo... Ci dà dentro con tutte
e due le mani... Se lo porta via pieno... [Corre veloce verso il culo...
Lei faceva ancora smorfie... non la finiva di contorcersi. Le
ha imburrato tutto il culo, il buco e il resto, lentamente, scrupolosamente
a fondo, come un operaio della cosa... Lei già godeva, la zia!... Mica ha fatto fatica... L'ha infilata con autorità... E'
entrato facile... Hanno avuto un turbamento terribile... Lanciavano
dei gridolini striduli.] Crollarono l'uno accanto all'altro.
S'allungarono... Si misero a ronfare...
Louis-Ferdinand Célin - Morte a credito

Anonimo ha detto...

Una soddisfazione del sesso anale può essere anche che così...
"Lo spasimo degli amanti NON è la specie che vagisce"
E perciò di metterlo al culo alla natura... sta troia!

Gisy ha detto...

Grande Céline, certo la scena del burro mi ricorda anche il film "Ultimo tango a Parigi" - ma certo niente a spartire col maestro.

Per citare invece il caro e adorabile Schopenhauer, che dire, con l'intelletto si può dare una virata agli istinti, che con il tempo diviene pulsione, però certo questo non può bastare....per dire che questa non resta una grandissima verità.
L'importante è non pensarci troppo.