venerdì 17 ottobre 2008

Tasse

I testi che seguono sono tratti da forum chiusi al pubblico, in cui gli utenti si scambiano opinioni, recensioni e suggerimenti sulle prostitute. Il corsivo è mio tutto il resto è preso dai vari forum.

Nuovo utente protesta: Le prostitute non pagano le tasse.

Questa è una cosa che da molto fastidio anche a me.

Sono professioniste alla luce del sole, si reclamizzano sui siti ed è noto che hanno introiti decisamente elevati, ma il Fisco sembra bendato.
Io se non faccio uno stracazzo di scontrino, vengo perseguito come un criminale.
Sto preparando una lettera da spedire a "mi manda rai3" per vedere cos' hanno da dire i nostri cari governanti.

Dalle nostre parti c' era (sottolineo c' era) un omino che andava per le case a tagliar i capelli in nero (andava dai pensionati, mica da Brad Pitt).
Lo hanno cuccato, gli hanno fatto i conteggi sull' ipotesi di guadagno sugli ultimi cinque anni .
Non so come andrà a finire, ma pare che sia nella merda sino al collo.

Attendo con ansia la puntata di "Mi manda Rai Tre" in cui parleranno di prostitute e tasse con Tremonti in studio.

4 commenti:

Gokachu ha detto...

Sono piuttosto d'accordo con l'anonimo puttaniere. La prostituzione dovrebbe essere un mestiere come un altro, con conseguenti doveri ma anche con conseguenti diritti.

Per fare un esempio: se una ragazza extracomunitaria si prostituisce, pagherebbe tasse e contributi, ma contemporaneamente avrebbe diritto al permesso di soggiorno perché un lavoro ce l'ha.

Gisy ha detto...

A me ci son 2 - 3 cose che non tornano, se la prostituzione è un'attività illecita è logico che non si considera una ipotetica tassazione su quello che non è ammesso, dato che appunto non è ammesso; insomma sarebbe come far pagare le tasse agli spacciatori.

Da quando è entrata la terminologia "escort" - sembra che non sia più "prostituzione" quando alla fine mettetela come volete lo è - solo mi pare di aver capito che nel caso delle escort ci sono "garanzie" maggiori sulla loro libertà personale, e su altre doti fisiche igieniche e (comportamentali?), però alle fine, mi pare che nemmeno questo esercizio sia pubblicamente "legale" - se lo fosse allora sì il discorso tassazione sarebbe giustissimo, non ostante ciò come sappiamo esistono forum siti aperti e nessuno dice nulla (poi va bene così almeno ci si diverte).

Credo sia un fatto ipocrita di continuare a fare finta che continui a non esistere, non occupandosi di quello che è uno dei lavori più costanti e meno inflazionati di sempre.

Gokachu ha detto...

Be' forse non sono stato chiaro ma sono a favore della legalizzazione della prostituzione, non solo dell'escort-azione, more germanico.

Basta con lo stigma morale e la libertà fiscale: poniamo fine sia all'uno che all'altro. Tasse e rispetto.

Gisy ha detto...

Certo, però sempre a patto che non ci sia di mezzo la schiavitù, per quello se fosse legale sarebbe anche per le ragazze un problema in meno.
Fare del corpo virtù.