domenica 15 giugno 2008

Agosto 2006 La brasiliana
















Mi fa piacere vedere che ogni tanto qualcuno
va anche con qualcuna sui 30 :)
Altra storia altro viaggio.
.............................................................................................

Mancano pochi giorni a ferragosto. Località sul lago, molti turisti.
Sono in auto fermo nel parcheggio di un grande magazzino.
Faccio alcune telefonate, a diversi numeri.
Nessuna risponde, oppure c'è la segreteria. Risponde una, ma non è qui,
è al mare a 500 km, tornerà in settembre. Faccio una pausa, vado al bar del grande magazzino.
Ci sono tante belle ragazze in giro. Sono le 17.00, ritorno all'auto, faccio il quinto numero...
.e risponde. - ciao, sei karol? - si, sono io, tu?
- sono Franco, è la prima volta che ti chiamo, sei libera?
- no, adesso ho un appuntamento, se vuoi chiamami,
verso le 18.15, ok? - ok, richiamo, mi dici intanto in che zona ti trovi??
Mi da l'indicazione, è in un residence a circa 3 km da qui. La sua voce mi piace.
Raggiungo il residence, ha un grande parcheggio, pieno di auto.
Di fronte c'è il lago, raggiungo la spiaggia e vado in un bar.
Sempre tante belle ragazze in giro. Poi avevo visto che in un giardino,
c'era una libreria,tipica estiva sotto una tenda, vado lì in attesa che passi
il tempo e curioso tra i libri. Vedo un romanzo che ho letto recentemente
e che parla di sesso.
Alle 18.15 richiamo Karol, ha la segreteria, 18.30 idem, 18.45 risponde:
- sono Franco, dico, ti avevo chiamato prima.
- si, mi dice, dove sei? - sono qui di fronte al parcheggio.
Mi da l'indicazione per raggiungere l'ingresso del residence,
dicendomi di richiamarla quando sono all'ingresso,
per avere l'indicazione per raggiungere l'appartamento.
C'è un bel andirivieni di persone.
Il residence è molto grande, c'è una grande piscina, tanta gente, bambini.
Ho una cartella da lavoro in mano.
Chiamo Karol, mi dice quale vialetto prendere, quello principale
alla sinistra della piscina, dopo un pò lei mi vede, riconoscendomi per via della cartella
che ho in mano, mi dice di guardare verso la metà del viale, è al balcone, maglietta bianca
capelli neri, la raggiungo, primo piano a sinistra. Mi riceve, è in slip,
maglietta bianca,tacchi a spillo.
Bacio di saluto sulla guancia, le dico dove ho trovato il suo numero di telefono,
le faccio i complimenti per il posto. E' carina, alta 1.65, seni una quarta.
Battute iniziali di convenevoli semplici. Le dò il regalo, e lei
vedo che del regalo gli va più che bene, rispondendomi con un sorriso,
che ok, faremo una cosa piacevole. Dopo qualche minuto di chiacchiere,
si toglie la maglietta, mi invita a toccarla. Saliamo in camera, in mansarda.
Mi spoglio, mi chiede se pùò lavarmi lei le parti intime, certo rispondo io, con piacere.
Infatti il mio piacere si muove....
Ha mani delicate, I suoi seni sono morbidi, il suo profumo bello.
Ha un tatuaggio, un fiore alla spalla sinistra, è rasata...
Andiamo sul letto, le dico che può condurre lei il gioco.
Lo prende in bocca, mi accarezza bene, è brava...
Le dico che sia sempre lei a condurre i tempi, le posizioni, brava,
è molto brava, mi sento molto a mio agio, ho l'impressione come se non fosse la prima volta
che abbiamo un rapporto. Alla fine, è lei a togliere il preservativo,
dandomi lo scottex, e lasciandomi riposare un pò.
Sono rimasto molto soddisfatto.
Sono poi ritornato altre volte a trovarla, e cosi parlando, direi che sicuramente
questa attività è una sua libera scelta, e totalmente gestita da lei,
ogni tanto cambia appartamento, anche perché ci sono dei periodi che non lavora,
è brasiliana, italiana per matrimonio, ora divorziata, ha una figlia.
Lavora solo di giorno da mezzogiorno, alla sera massimo fino alle nove,
se ha degli appuntamenti, altrimenti smette già alle 18, 19, per stare vicina a sua figlia.
Mi diceva che ha iniziato l'attività tre anni fa, e che conta di smettere fra un due, tre anni.
Abita in un paese a circa 40 km da qui io ho 50 anni, lei 31

La domanda poi è stata: ma questa Karol passati i 3 anni come diceva ha smesso?

Ebbene, no, Karol tutt'ora è ancora dietro a timbrare cartellini.

E poi il nostro amico F. continua "I clienti poco generosi non li riceve.
Mi ha raccontato di aver comprato una casa in
Brasile. Tutto quello che mi racconta, credo sia spontaneo,
io non le faccio mai domande dirette, solo se lei ha iniziato un discorso, allora può essere
che le chiedo qualcosa.Come per esempio, la prima volta, avevo notato sul tavolo
una bella cassetta di frutta e verdura, e lei mi raccontò
che gliela aveva portata un suo cliente, che di lavoro fa
il fruttivendolo, e sempre quando andava a trovarla gli portava frutta e verdura.
Mesi dopo, cosi parlando, gli chiesi se aveva ancora il cliente fruttivendolo. Rispose no, perché
era stata un mese in Brasile, lasciando il suo telefono ad una sua amica,
(cosa che noi clienti ci aveva avvisato prima
cosi ché se durante la sua assenza volevamo un incontro,
ci sarebbe stata la sua amica) e quindi il fruttivendolo durante quel mese andò dalla sua amica e
poi continuo' ad andare da quell'amica.

.................

Capito il Fruttivendolo? vatti a fidare.

Distinti saluti Gisy ;)

Nessun commento: